Progetto “In riva all’Arno”

 

Per mezza Toscana si spazia

un fiumicel che nasce in Falterona

e cento miglia di corso nol sazia

Dante – Purgatorio: canto XIV, 16-18

 

 

Il progetto “In riva all’Arno” nasce dal desiderio di realizzare un lavoro interdisciplinare di Geografia e Scienze con i ragazzi della Prima B del nostro Istituto.
Gli obiettivi sono molteplici. Innanzitutto rendere evidente come ogni campo del sapere sia collegato agli altri, abituando così i nostri ragazzi a pensare a tuttotondo e a sviluppare una capacità di nessi tra le cose, cioè a sviluppare l’intelligenza.
Come oggetto del nostro lavoro, abbiamo scelto un elemento del nostro territorio che i ragazzi hanno ben presente: il Fiume Arno. Il corso d’acqua che, più di ogni altro, rappresenta la storia, la cultura, la bellezza della nostra Regione.

L’uomo, nei secoli, ha convissuto con questa forza della Natura. E noi proprio questo rapporto vogliamo far emergere. Un rapporto fatto di gioia, sofferenza, fatica, gratitudine. Un fiume che a volte ha tolto, ma molto spesso ha dato. E dà ancora oggi.
Lungo il suo tragitto si possono rintracciare una serie di luoghi che testimoniano la dipendenza dell’uomo dal fiume. Tanti sono i mulini, i guadi di una volta e i ponti di oggi, gli approdi, le pescaie.
Un tragitto, dunque, che è una storia. Una storia che noi cercheremo di scoprire e di raccontarvi.

 

[next In riva all'Arno: struttura del lavoro]

 

 

3 Responses to “Progetto “In riva all’Arno”

Rispondi a nicolapuletti Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>